GOVERNO, CENTRELLA: ILVA SARÀ BANCO DI PROVA PER DI MAIO E LEZZI

Roma, 1 giu. – “Un’altra azienda dell’indotto Ilva, la Lacai’ta Pietro S.r.l., ha avviato la cessazione dell’attivita’ con una procedura di licenziamento collettivo per 119 lavoratori. E’ solo una delle tante situazioni critiche che caratterizzano gli appalti dello stabilimento siderurgico di Taranto su cui sono attesi alla prova dei fatti soprattutto i nuovi ministri dello Sviluppo economico, Lavoro e politiche sociali, Luigi Di Maio, e del Sud, Barbara Lezzi”. Cosi’ in un comunicato il Coordinatore nazionale Cisal Metalmeccanici, Giovanni Centrella, per il quale “la produzione di acciaio e’ uno dei settori strategici della nostra economia nazionale e riteniamo, quindi, difficile che l’Italia possa fare a meno dell’Ilva. Archiviati gli slogan e i proclami da campagna elettorale, e’ arrivato il momento di mostrare quali saranno le scelte politiche che, ‘orientate ad uno sviluppo economico omogeneo per il Paese’, come dichiarato nel contratto di governo, metteranno il tessuto produttivo del Mezzogiorno nelle condizioni di partecipare a tale sviluppo”.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail