TORTORA (CISAL): “IN GINOCCHIO 2000 FAMIGLIE”

“Alla fine è accaduto ciò che avevamo immaginato nonostante il ritiro in extremis, nell’ottobre scorso,
della procedura di cessione dello stabilimento. Una mossa che tenne acceso un lumicino di speranza ma
che già allora dimostrava poca sostanza”. Così Carlo Tortora Segretario Regionale Cisal Metalmeccanici
Campania – intervenendo in diretta a TgCom24 per commentare la chiusura dello stabilimento di Napoli della nota azienda di elettrodomestici.
“E’ una triste notizia arrivata comunque nonostante una lunga trattativa al tavolo del Ministero dello
Sviluppo Economico. La Whirlpool di Napoli – ha continuato – garantirà la produzione no al 31 ottobre
2020 poi chiuderà i battenti. Una situazione molto critica che mette in ginocchio non solo i 1500
dipendenti che si troveranno senza lavoro ma anche le loro famiglie e quelle degli operai e i dipendenti
delle aziende dell’indotto. Una sconfitta per tutta la Regione Campania sia in termini di sviluppo
industriale, che in campo sociale”.

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail